Dicono di noi: I vini Del Golosario

IL VINO DELLA SERA.

Piemonte Albarossa “Foglio 16” di Villa Felice di Cassine (AL)

di Paolo Massobrio

finalmente! L’Albarossa spicca il colo e inizia il suo percorso per avere una personalità.

Lo dico perchè dopo svariati assaggi ho notato due aspetti: Il primo che i campioni di Albarossa in giro 

per il Piemonte sono troppo diversi l’uno dall’altro;

il secondo che l’enclave ideale resta la zona di Cassine, Strevi, dove avevamo individuato la nostra Albarossa migliore,

già Top Hundred, ovvero quella di Franco Ivaldi.

Ma l’assaggio di questo campione ha aperto uno scenario nuovo: l’Albarossa non è un vinello, perchè i figli di Nebbiolo e Barbera

non sono destinati a restare piccoli.

Se si lavora, ad esempio con un affinamento prolungato di 18 mesi in rovere, si ottenfono soddisfazioni.

Questo Albarossa dichiara 14° ed è del 2011. Ha un colore rubino cupo, al naso emergono frutti rossi e malaga, inchiostro e viola.

In bocca è morbido, finemente tannico, allappante e fresco. Un grande rosso, con la stoffa di un Nebbiolo e la freschezza di un Barbera.

Un’Albarossa che vuol essere grande e che si esprime in quella che a mio avviso è la patria deputata di questo vino.

 

 

Di seguito il Link all’articolo:https://www.facebook.com/ilgolosario/photos/a.443934075805654.1073741828.441950506004011/889051564627234/?type=3&theater